LAVORATORI AUTONOMI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA: DOPPIA IMPOSIZIONE CONTRIBUTIVA

08/08/2013

Con la circolare n. 78 del 14 maggio 2013, l’Inps dà conto dell’evoluzione normativa e giurisprudenziale relativa all’ipotesi – abbastanza ricorrente – di soggetti che esercitano un’attività imprenditoriale che comporta l’iscrizione in una gestione Inps da lavoro autonomo (Art - Com – CD/IAP) e contemporaneamente svolgono anche delle attività soggette all’iscrizione nella Gestione Separata. L’Inps riconferma la propria linea applicativa, secondo la quale: un soggetto che eserciti contemporaneamente una qualsiasi attività autonoma che comporti l’obbligo di iscrizione alla Gestione Separata ed un’attività imprenditoriale come Art. – Com. – CD/IAP, deve essere iscritto ad entrambe le gestioni previdenziali interessate e quindi tenuto ad una doppia imposizione contributiva. Si chiarisce altresì che il c.d. criterio dell’attività prevalente, richiamato dalle citate disposizioni e confermato dalla giurisprudenza di Cassazione, trova applicazione solo nel caso di contemporanea attività di natura imprenditoriale e pertanto riguarda solo i casi di iscritti alla gestione Inps dei lavoratori autonomi, ossia Artigiani, Commercianti e CD/IAP, nell’ipotesi in cui svolgano una doppia attività autonoma (es. commerciante che svolga anche attività di artigiano o CD/IAP che vende i prodotti della coltivazione).