Page 14 - aratro7-2013

This is a SEO version of aratro7-2013. Click here to view full version

« Previous Page Table of Contents Next Page »

luglio-agosto 2013

14

CARNE DI CONIGLIO

Cavestro Marziano e Livio

Strada Ariara, 1 - VALENZA (AL) - Tel. 0131.951579

VENDITA LETAME e COMPOST

per orti, piante, giardini

• • • Il 10 giugno è mancato

DOMENICO DELFINO

Affezionato associato di Sez-zadio.

Alla figlia Fabiana e familiari, l’ufficio Zona di Alessandria, Confagricoltura Alessandria e la Redazione de L’Aratro for-mulano le più sentite condo-glianze.

• • •

Il 10 giugno è mancato all'af-fetto dei suoi cari l'affeziona-tissimo associato

PAOLO BATTISTA MANFRINETTI

Era noto oltre che all'interno della nostra Associazione, a tutta la comunità acquese, per aver raggiunto la veneranda età di 104 anni, infatti era nato a Ponzone il 7 maggio 1909. Sin dall'origine, ha frequen-tato attivamente gli uffici di Confagr icol tura di Acqui Terme, in quanto era titolare coltivatore diretto dell'azienda agricola ad indirizzo viticolo-cerealicolo.

Il presidente Luca Brondelli con il Consiglio Direttivo, il direttore Valter Parodi con i collaboratori tutti, gli associati tutti, i dirigenti zonali e pro-vinciali di Confagricoltura, unitamente a tutti gli impie-gati dell'ufficio Zona di Acqui Terme e alla Redazione de L’Aratro, si uniscono al dolore della moglie Maria Cristina Palazzi e dei figli Pietro e Ar-turo.

I

l finanziamento alle imprese riveste un’importanza fonda-mentale per il miglioramento aziendale e la competitività sul mercato.

E’ stato questo principio che nel 1988 ha spinto un gruppo di di-rigenti dell’allora Unione Pro-vinciale Agricoltori di Novara a costituire, in collaborazione con la Camera di Commercio indu-stria ed Artigianato di Novara che ha stanziato i capitali iniziali per costituire il fondo garanzia e rischi, la Cooperativa Unione Agr i f idi Novara e VCO Soc. Coop. a r.l. di garanzia collettiva fidi per le imprese agricole. A distanza di quasi trenta anni il settore agricolo ha subito un cambiamento radicale e le esi-genze delle imprese sono mu-tate.

I modesti margini operativi, l’as-senza di rapporti contabili atten-dibili e la forte dipendenza dalle forme di intervento pubblico, sono peculiarità che non ren-dono facili i rapporti tra attività agricola e mondo del credito. Le banche non riescono a valu-tare appieno la capacità reddi-tuale delle imprese agricole in quanto non posseggono, per la maggior parte dei casi, gli ele-menti contabili necessari per va-lutare il merito creditizio. Occorre che l’azienda agricola presti più attenzione alle ri-chieste di informazioni da parte degli istituti di credito e che si prepari ad elaborare maggiori in-formazioni finanziarie e patri-moniali tali da consentire la pre-disposizione di piani di sviluppo per giustificare al meglio i propri

investimenti. In questo modo si riesce a valutare la rischio-sità business dell ’azienda stessa mediante il monito-raggio della propria esposi-zione creditizia: solo così si potranno avere degli impatti po-sitivi per l’impresa.

Queste positività potranno con-solidarsi a condizione che le aziende non siano lasciate sole nei rapporti tradizionali con le banche e il rating aziendale non si soffermi come unico fattore per determinare il valore dell’im-presa.

In quest’ottica Agrifidi, assumen-dosi parte del rischio delle im-prese nei confronti degli istituti di credito, permette agli stessi di accedere al mercato del credito a condizioni maggiormente favo-revoli, cercando di evitare che le difficoltà del rapporto banca-im-presa finiscano per penalizzare il settore.

Sono due i rami di intervento di Agrifidi: Cassa Ordinaria, per la gestione ordinaria della liquidità della Azienda che prevede la con-cessione di garanzie per Anti-cipo premi comunitari, Cam-biale Agraria, Scoperto di Conto corrente, pari al 50% del capitale erogato con la durata massima di anni uno; Investimenti , le cui garanzie sono rilasciate per i mi-glioramenti aziendali ed è pari al 50% del capitale erogato con du-rata massima del finanziamento di anni 7. Per miglioramenti aziendali s’intende: Acquisto ter-reni Agricoli e Fabbricati Stru-mentali, Acquisto Bovini da Latte e Vacche Nutrici, Acquisto quote di produzione e Acquisto Mac-chinari, Attrezzature e Strutture.

Unione Agrifidi Novara e VCO ora è anche ad Alessandria

Verrà a breve aperto un ufficio presso la sede di Confagricoltura Alessandria

Ultime possibilità di finanziamento

con il PSR 2007-2013 I

l monitoraggio della gestione delle pratiche in carico sulle Misure 112 (insediamento giovani) e 311 (diversificazione in attività non agricole), con l'approssimarsi della conclusione della attività e la disponibilità di dati ormai quasi definitivi sulle risorse impegnate e liquidate, ha evidenziato negli ultimi periodi un margine di fondi non utilizzati superiore a quanto sinora rilevabile.

La Regione ritiene opportuno prevedere l'emanazione di nuovi bandi di presentazione domande anche per le Misure 112 e 311, oltre ai bandi già ipotizzati per la Misura 121 "nuove sfide health check". Detti nuovi bandi dovranno tenere conto del ridottissimo tempo a disposizione delle Province per l'attività di esame e definizione delle domande ed a disposizione dei richiedenti per la realizzazione delle iniziative (insediamenti ed investimenti) proposte.

L’emanazione dei bandi è prevista nella seconda metà di settembre, la chiusura delle domande entro gennaio 2014.

Sarà responsabilità del richiedente di non inserire nella domanda in-vestimenti che non possano essere completamente conclusi entro gennaio 2015.

C.B.

aratro N 07-2013_Layout 1 13/08/13 12.27 Pagina 14

Page 14 - aratro7-2013

This is a SEO version of aratro7-2013. Click here to view full version

« Previous Page Table of Contents Next Page »