Page 15 - aratro7-2013

This is a SEO version of aratro7-2013. Click here to view full version

« Previous Page Table of Contents Next Page »

luglio-agosto 2013

15

ASSENZA A VISITA MEDICA DI CONTROLLO

Se il lavoratore è assente al proprio domicilio in caso di visita medica di controllo domiciliare, è tenuto a presentarsi presso la ASL o l’INPS (se-condo le indicazioni riportate nell’avviso la-sciato dal medico fiscale), per l’effettuazione della visita medica ambulatoriale, a meno che in quel giorno non sia avvenuta la ripresa dell’atti-vità lavorativa. In tal caso il lavoratore non deve effettuare la visita di controllo ambulatoriale. Deve comunque fornire entro 10 giorni la giusti-ficazione per l’assenza alla visita domiciliare. La visita ambulatoriale con l’eventuale conferma dello stato di malattia del lavoratore non esime il lavoratore dal produrre giustificazione per l’as-senza alla visita di controllo domiciliare. Qualora il lavoratore risulti assente ingiustificato alla visita medica di controllo, sia domiciliare che ambulatoriale, decade dal diritto al tratta-mento economico. Sole ipotesi di giustificazione della mancata presenza del lavoratore al con-trollo sono:

cause di forza maggiore che determinino l’assoluta inevitabilità dell’assenza dal domicilio durante le fasce di reperibilità;

situazione (documentata) che abbia reso im-prescindibile ed indifferibile la presenza perso-nale dell’assicurato altrove per evitare gravi con-seguenze per se o per i componenti del nucleo familiare.

concomitanza di una visita medica generica e/o specialistica. In tal caso, il lavoratore può essere giustificato per l’assenza se prova: a) l’ur-genza della visita concomitante (a tal fine deve produrre certificato medico, contestuale o emesso in data immediatamente successiva a quella della visita, da cui risulti ora e giorno di effettuazione della visita, ma anche la specifica indicazione di una situazione di urgenza sup-portata da dati clinici obiettivi), oppure b) l’im-possibilità di effettuare la visita medica al di fuori delle fasce di reperibilità, in considera-zione della coincidenza fra le fasce stesse e l’orario dell’ ambulatorio medico e della di-stanza fra lo studio e l’abitazione del lavoratore.

SANZIONI PER L’ASSENZA A VISITA DI CONTROLLO

1. prima assenza: perdita totale dell’indennità per i primi 10 giorni della prognosi indicata dl curante;

2. seconda assenza: perdita del 50% dell’in-dennità per l’ulteriore periodo (successivo al 10° giorno);

3. terza assenza: perdita totale dell’indennità dalla data dell’ultima visita.

Avverso i provvedimenti sanzionatori del-l’INPS in materia di indennità di malattia può essere proposto motivato e documentato ri-corso al Comitato Provinciale dell’INPS entro 90 giorni dalla notifica del provvedimento.

CERTIFICATI DI MALATTIA AVVISO AGLI ASSISTITI

I lavoratori sono invitati a:

- comunicare al datore di lavoro lo stato di ma-lattia ed a trasmettergli l’eventuale certificato rilasciato in forma cartacea (solo l’invio tele-matico infatti soddisfa l’obbligo del lavoratore di recapitare o spedire al datore di lavoro l’at-testazione di malattia)

- richiedere al medico di famiglia il numero di protocollo per estrapolare o consultare il certi-ficato attraverso il sito internet www.inps.it - verificare, con la massima attenzione e pre-cisione, la correttezza dei dati anagrafici e dell’indirizzo (residenza o reperibilità) perché la responsabilità per qualunque inesattezza ri-cade unicamente sul lavoratore. Il lavoratore può chiedere copia del certificato al medico di famiglia

- fornire al medico di famiglia elementi ag-giuntivi che egli inserirà nel certificato quando l’indirizzo pur corretto, non è sufficiente al me-dico fiscale per poter effettuare il controllo a casa. Per esempio, frazioni di comune (es. Spinetta Marengo), palazzine diverse con un solo numero civico (es. palazzina 5 scala A) - assicurarsi che sul citofono (cassetta delle let-tere/portone/cancello) sia riportato il co-gnome indicato nel certificato, e che lo stesso o il campanello di casa siano funzionanti.

Le fasce di reperibilità che il lavoratore deve rispettare sono:

• lavoratori del settore privato: dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19

• lavoratori del settore pubblico: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18

In caso di irreperibilità del lavoratore, per omessa, incompleta od inesatta indicazione dell’indirizzo sul certificato di malattia, lo stesso sarà ritenuto assente ingiustificato con conseguente perdita dell’indennità secondo le disposizioni di legge.

Quando vengono dimessi dall’ospedale i la-voratori devono verificare di essere in pos-sesso di:

a) Certificato di ricovero (viene rilasciato dall’ufficio accettazione dell’ospedale) com-pleto di date di ingresso e dimissione dalla struttura ospedaliera che va portato all’INPS e al datore di lavoro

b) Certificato di malattia per giorni di “conva-lescenza” dopo le dimissioni dall’ospedale, da portare all’INPS e al datore di lavoro (questo certificato viene rilasciato dal medico del reparto). Nel caso questo certificato non venisse rilasciato dal Reparto, preoccuparsi di chiederlo al medico di famiglia.

Se la malattia insorge durante il soggiorno al-l’estero del lavoratore il certificato di malattia ri-lasciato nel paese estero deve essere tradotto e legalizzato dal consolato italiano all’estero (chiedere delucidazioni alla sede INPS). Il lavoratore in malattia in Italia che intende re-carsi all’estero deve chiedere autorizzazione all’INPS.

Il certificato di malattia rilasciato dal lunedì fino al venerdì, se viene “continuato” il lunedì successivo, comporta per il lavoratore una non copertura per il sabato e la domenica. Per evitarla deve recarsi al sabato presso la guardia medica a farsi rilasciare un certificato di malattia per il sabato/domenica. Questo non è necessario se il lunedì la continuazione viene attestata in relazione ad un certificato originario che copre dal lunedì fino al sabato o alla domenica.

Vademecum

Certificazione di malattia e visite mediche di controllo

Servizio a cura di

Mario Rendina

T PRO OMO PER OG DI TR

r

Falciatrici e Falciacon frontali a

Girello spandi volta fieno

aratro N 07-2013_Layout 1 13/08/13 12.27 Pagina 15

Page 15 - aratro7-2013

This is a SEO version of aratro7-2013. Click here to view full version

« Previous Page Table of Contents Next Page »