Page 16 - aratro7-2013

This is a SEO version of aratro7-2013. Click here to view full version

« Previous Page Table of Contents Next Page »

luglio-agosto 2013

16

I

l 12 novembre 2013 scade il termine per il primo invio delle comunicazioni rilevanti ai fini Iva, adempimento noto come “spesometro”; la normativa trae origine dall’art. 21 del D.L. n. 78/2010, al quale è stata data at-tuazione regolamentare con prov-vedimento direttoriale del 02/08/2013.

Con tale provvedimento sono stati stabiliti i termini sia per l’invio dell’annualità 2012 che di quelle successive secondo il se-guente calendario:

• relativamente alle comunica-zioni per il 2012, i soggetti che effettuano le liquidazioni men-sili ai fini IVA devono trasmet-tere la comunicazione entro il 12 novembre 2013; gli altri sog-getti entro il 21 novembre 2013;

• relativamente alle comunica-zioni per il 2013 e annualità’ successive, i soggetti che effet-tuano le liquidazioni mensili sono tenuti a trasmettere la co-municazione entro il 10 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento e gli altri soggetti entro il 20 aprile dell’anno suc-cessivo a quello di riferimento. Sono obbligati alla comunica-zione tutti i soggetti passivi che ef-fettuano operazioni rilevanti ai fini dell’IVA, con esclusione dei soggetti che si avvalgono del re-gime dei minimi.

Formano oggetto della comunica-zione le cessioni dei beni e le pre-stazioni di servizi rese e ricevute soggette all’obbligo di fattura-zione, per ciascun cliente e forni-tore, indipendentemente dall’am-montare dell’operazione e le ces-sioni di beni e le prestazioni di servizi rese e ricevute per le quali non sussiste l’obbligo di emis-sione della fattura, qualora l’im-porto unitario dell’operazione sia pari o superiore a 3.600 euro al lordo dell’IVA.

Sono escluse, in via oggettiva, dall’obbligo della comunicazione le operazioni che riguardano le importazioni, le esportazioni, le operazioni intracomunitarie, le operazioni di importo pari o su-periore a 3.600 euro, effettuate nei confronti di contribuenti non sog-getti passivi ai fini IVA, non docu-mentate da fattura, il cui paga-mento è’ avvenuto mediante carte di credito, di debito, o prepagate e le operazioni che costituiscono oggetto di comunicazione all’Ana-grafe tributaria, ai sensi dell’art. 7 del DPR n. 605/73.

I dati delle operazioni possono essere comunicati in forma anali-tica ovvero in forma aggregata; nel primo caso, per ogni opera-zione devono essere indicati i dati analitici tra cui l’anno di riferi-mento, la partita Iva o, in man-canza, il codice fiscale del cedente o prestatore o del cessionario o

committente e per ogni fattura at-tiva o passiva il corrispettivo al netto dell’Iva, l’ammontare del-l’imposta ovvero che si tratta di operazioni non imponibili o esenti e la data di registrazione. Per ciascuna cessione o presta-zione per le quali non vi è’ l’ob-bligo dell’emissione della fattura va indicato il codice fiscale del cessionario o committente e i cor-rispettivi comprensivi dell’IVA. Quando i dati sono comunicati in forma aggregata, per le operazioni

documentate da fattura, devono essere indicati, per ciascuna con-troparte, distintamente per le ope-razioni attive e passive, gli importi totali delle operazioni facendo ri-ferimento alla data di emissione o ricezione del documento. Per l’omissione delle comunica-zioni, ovvero per la loro effettua-zione con dati incompleti o non veritieri si applica la sanzione da 258 a 2.065 euro.

Gli uffici sono a disposizione per qualsiasi informazione in merito.

C

on la conversione in legge del D.L. n. 63/2013 (c. d. decreto Ecobonus), si rendono definitive le modifiche in materia di incremento delle percentuali di detrazione e di proroga delle agevolazioni fiscali per il recupero del patrimonio edilizio e per il ri-sparmio energetico degli edifici.

Per quanto riguarda gli interventi per l’efficienza energetica, la detra-zione IRPEF ed IRES del 55% per il risparmio energetico degli edifici è prorogata dal 30 giugno al 31 dicembre 2013 ed è elevata al 65% per le spese sostenute dal 06 giugno al 31 dicembre 2013. Dalla data di entrata in vigore della legge di conversione sono inoltre ricomprese tra le spese agevolabili nella misura del 65% gli interventi di sostitu-zione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore e di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria. Per le spese soste-nute dai condòmini la detrazione del 65% è estesa fino al 30/06/2014. Per gli interventi di recupero e ristrutturazione edilizia la detrazione IRPEF del 50% ( già aumentata dal 36 al 50% per i paga-menti effettuati dal 26/06/2012, con il limite di spesa di 96.000 euro per singola unità immobiliare) è prorogata fino al 31 dicembre 2013. La novità della detrazione del 50% per l’acquisto di mobili destinati all’arredo dell’immobile su cui si realizzano i lavori di ristruttura-zione, con il limite di spesa pari a 10.000 euro, è applicabile per tutti i bonifici effettuati dal 06/06/2013 ed è stata estesa dalla legge di con-versione anche agli acquisti dei grandi elettrodomestici (frigoriferi, lavatrici, ecc.).

I nostri uffici sono a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito alle novità sopradescritte.

L’obbligo dello spesometro riguarderà anche le aziende esonerate ai fini Iva

L

a trasmissione del-l ’elenco cl ient i e fornitori , risulta ob-bligatorio anche per gli agricoltori esonerati, di cui all’art. 34, comma 6, della Legge Iva.

Trattasi dei soggetti che nel l ’anno precedente hanno realizzato un vo-lume d’affari non supe-riore a 7.000 euro, costi-tuito per almeno due terzi da cessioni di prodotti agricoli.

La novità (che trova la sua ratio nella necessità di rendere più effi-cienti le attività di controllo relative alla rintracciabilità dei prodotti agricoli e alimentari; art. 36, c. 8-bis, D.L. n. 179/2012) ha rappresen-tato una sorpresa, atteso che gli agricoltori in questione sono esen-tati dagli obblighi di fatturazione, registrazione, dichiarazione e versamento .

Per quanto riguarda tali soggetti, l’obbligo della comunicazione de-corre per le operazioni effettuate dall’anno di imposta 2013 e quindi l’obbligo del primo invio scadrà entro il 20 aprile 2014.

Si invitano pertanto le aziende interessate a prendere contatto con i ns. uffici al fine di ottenere tutte le informazioni necessarie alla corretta contabilizzazione e conservazione della documentazione necessaria all’assolvimento di tale obbligo.

S

i informano gli associati sia lavoratori agricoli sia datori di lavoro che il Ministro del Lavoro, con proprio provvedi-mento, ha determinato la per-centuale addizionale dei contri-buti assicurativi dell’Inail per l’anno 2012 da applicarsi sia ai datori di lavoro che ai lavoratori autonomi (CD – IAP) dell’agri-coltura.

La misura percentuale dell’addi-zionale Inail per l’anno 2012 è pari allo 0,16% dei contributi as-sicurativi; naturalmente tale per-centuale non va calcolata sulla retribuzione imponibile, bensì sui contributi assicurativi.

L’Inps, quale ente preposto alla riscossione dei contributi, per l’assicurazione contro gli infor-tuni sul lavoro e sulla malattia professionale, con circolare n° 105 del 10/07/2013, ha reso noto che la citata contribuzione ag-giuntiva sarà posta in riscossione per le aziende assuntrici di ma-nodopera, contestualmente alla richiesta del 3° trimestre 2013. Si rammenta che tale contribu-zione aggiuntiva (addizionale) che viene determinata annual-mente, è finalizzata alla copertura degli oneri finanziari per l’inden-nizzo del danno biologico.

M.R.

Elenco clienti e fornitori: fissate le scadenze

Prorogate le detrazioni per eco-bonus e ristrutturazioni edilizie

Copertura del danno biologico

addizionale Inail 2012

Pagina a cura di Marco Ottone

aratro N 07-2013_Layout 1 13/08/13 12.27 Pagina 16

Page 16 - aratro7-2013

This is a SEO version of aratro7-2013. Click here to view full version

« Previous Page Table of Contents Next Page »