Page 9 - aratro7-2013

This is a SEO version of aratro7-2013. Click here to view full version

« Previous Page Table of Contents Next Page »

luglio-agosto 2013

9

NOTIZIARIO

SINDACATO PENSIONATI E PATRONATO ENAPA

a cura di Paola Rossi

iRRigATORi SEmOVENTi

mOTOpOmpE Di quALSiASi pOTENzA

Via Cairoli, 21 15045 SALE (AL) Tel. e Fax 0131.84132

impianti completi per irrigazioni e

tubazioni sotterranee in pvc

pOzzi TRiVELLATi E pRATiChE pER AuTORizzAziONi

VENDiTA E ASSiSTENzA pOmpE VERTiCALi E SOmmERSE

C

on la nota n. 6048 del 15/07/2013, l’INAIL torna sul delicato tema della tutela assicurativa degli infortuni occorsi ai coltivatori diretti.

L’INAIL si richiama alle istru-zioni fornite nel tempo sul-l’argomento per ribadire che la tutela assicurativa non è applicabile agli eventi infor-tunistici verificatisi nel lo svolgimento dell’attività ri-conducibile alla sfera “im-prenditoriale”, ritenendosi tale quella che attiene al mo-mento “organizzativo” del-l’attività economica.

E’ meritevole, invece, di tutela l’infortunio che attiene al momento “lavorativo-esecu-tivo”, ossia quando l’evento si sia verificato nello svolgi-mento di attività fisiche ma-nuali e concrete proprie del-l’agricoltura o a queste stretta-mente connesse, funzionali o strumentali, con esclusione di quelle la cui connessione è solo occasionale e del tutto accidentale.

Sono, ad esempio, da esclu-

dere dalla copertura assicura-tiva tutte quelle attività legate ai momenti delle denunce fi-scali, nella tenuta della conta-bilità, ecc., mentre sono sog-getti a tutela, oltre alle attività manuali proprie del lavoro agricolo, anche gli infortuni avvenuti “nello svolgimento di attività connesse”, “sul luogo di lavoro durante le pause lavorative e/o con mo-dal i tà di rischio ul teriori create dal lavoratore stesso e giustificate dalle disagiate condizioni lavorative agri-cole” e “nell’ambito dome-stico, in atti legati funzional-mente al lavoro agricolo”. La nota INAIL in commento affronta anche la particolare

fattispecie degli infortuni oc-corsi nello svolgimento di at-tività poste in essere dal colti-vatore diretto unicamente per il “soddisfacimento di esi-genze personali e familiari”. In tale ambito occorre distin-guere l’attività di produzione da quella di trasformazione dei prodotti.

L’attività agricola di produ-zione, quando è posta in es-sere con le caratteristiche pro-prie della imprenditorialità (produzione per il mercato), è sempre meritevole di tutela assicurativa indipendente-mente dalla destinazione fi-nale dei prodotti, a nulla rile-vando che parte dei beni pro-dotti possa essere poi desti-

nata anche ad uso personale o familiare.

L’attività di trasformazione dei prodot t i , di contro, rientra nella tutela assicura-tiva esclusivamente se “carat-terizzata dall’imprenditoria-lità”. Ne rimane esclusa, in-vece, quando è destinata ad uso personale o domestico. Così, ad esempio, in un’atti-vità di allevamento (che è tu-telata), la susseguente attività di trasformazione delle carni è coperta da assicurazione in-fortunistica solo quando sia effettuata per destinare il pro-dotto al mercato, essendone invece esclusa quando la si svolga per il consumo dome-stico.

C

on la circolare n. 78 del 14 maggio 2013, l’Inps dà conto dell’evoluzione normativa e giurisprudenziale relativa all’ipotesi – abbastanza ricorrente – di sog-getti che esercitano un’attività imprendito-riale che comporta l’iscrizione in una ge-stione Inps da lavoro autonomo (Art - Com – CD/IAP) e contemporaneamente svolgono anche delle attività soggette all’iscrizione nella Gestione Separata.

L’Inps riconferma la propria linea applicativa, secondo la quale: un soggetto che eserciti con-temporaneamente una qualsiasi attività auto-noma che comporti l’obbligo di iscrizione alla Gestione Separata ed un’attività impren-ditoriale come Art. – Com. – CD/IAP, deve es-

sere iscritto ad entrambe le gestioni previden-ziali interessate e quindi tenuto ad una doppia imposizione contributiva.

Si chiarisce altresì che il c.d. criterio dell’atti-vità prevalente , richiamato dalle citate disposi-zioni e confermato dalla giurisprudenza di Cassazione, trova applicazione solo nel caso di contemporanea attività di natura impren-ditoriale e pertanto riguarda solo i casi di iscritti alla gestione Inps dei lavoratori auto-nomi , ossia Art igiani , Commerciant i e CD/IAP, nell’ipotesi in cui svolgano una doppia attività autonoma (es. commerciante che svolga anche attività di artigiano o CD/IAP che vende i prodotti della coltiva-zione).

Infortuni occorsi a coltivatori diretti

Lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata: doppia imposizione contributiva

aratro N 07-2013_Layout 1 13/08/13 12.27 Pagina 9

Page 9 - aratro7-2013

This is a SEO version of aratro7-2013. Click here to view full version

« Previous Page Table of Contents Next Page »