La primavera bizzarra ritarderÓ la salita in alpeggio

31/05/2019

Le piogge delle settimane scorse si sono rivelate preziose per l’approvvigionamento di risorse idriche utili per le campagne, ma in alta quota, specie in alcune vallate, le precipitazioni a carattere nevoso sono andate ad aggiungersi alla neve ancora presente sui pascoli e pendii, col rischio di ritardare l’ormai prossima salita agli alpeggi di mandrie e greggi dei malgari. Questa situazione rischia di non permettere il rispetto dei giorni di monticazione previsti dalle normative per accedere ai premi della Domanda Unica e del Psr: si tratta di obblighi precisi sui giorni di pascolamento, per non incorrere in sanzioni o decurtazioni dei premi. La nuova giunta regionale che si insedierà nei prossimi giorni verrà subito informata di questa situazione e con l’assessore all’agricoltura si cercherà di trovare una soluzione per ovviare al problema.