CONFAGRICOLTURA LOMBARDIA: GRANDE SODDISFAZIONE PER LA SENTENZA DEL TAR DEL LAZIO A SOSTEGNO DEGLI OGM

23/06/2011

Confagricoltura Lombardia accoglie con particolare soddisfazione la notizia della sentenza emessa del Tribunale Amministrativo del Lazio con cui viene annullato il decreto con cui l’allora ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia aveva rigettato l’istanza presentata da un imprenditore agricolo circa la  possibile coltivazione di mais OGM.
“Confagricoltura Lombardia era intervenuta, unica Organizzazione del settore agricolo, volutamente nel ricorso, a sostegno della causa di questo agricoltore – sostiene il Presidente Francesco Bettoni -  nella ferma convinzione che sul tema degli OGM nel nostro Paese si sia tenuto, nel corso degli anni, un atteggiamento di preclusione ideologica, di cui quel decreto era una evidente espressione”.
La decisione del TAR del Lazio rappresenta quindi una svolta storica, che auspichiamo possa finalmente portare ad una diversa impostazione del dibattito sugli organismi geneticamente modificati che sia basata unicamente su valutazioni di carattere scientifico, frutto di una serie e rigorosa sperimentazione, già in atto da anni in molti altri Paesi e mai avviata in Italia per una scelta pregiudiziale.
Questo divieto a priori di utilizzo delle biotecnologie ha posto i nostri agricoltori in condizioni di sempre crescente difficoltà nella competizione sui mercati internazionali nel corso degli ultimi anni: il suo superamento può rappresentare un’importante opportunità per la crescita economica della nostra agricoltura.
La coerenza con cui la nostra Organizzazione si è impegnata su questo tema, a fronte di tanti atteggiamenti demagogici, trova quindi un primo e fondamentale riconoscimento da parte di un Organo dello Stato italiano.